Roma città moderna Da Nathan al Sessantotto

 “ROMA CITTÀ MODERNA. Da Nathan al Sessantotto”
Una rilettura ideale della cultura artistica di Roma attraverso l’arte del ‘900 in circa 150 opere  fra Modernità e Tradizione. Dal 29 Marzo fino al 28 Ottobre presso la Galleria d’Arte Moderna.

Roma Città Moderna. Da Nathan al Sessantotto è una rassegna unica che ripercorre le correnti artistiche protagoniste del ‘900 con in primo piano la città di Roma, da sempre polo d’attrazione di culture e linguaggi diversi. La mostra, a cura di Claudio Crescentini, Federica Pirani, Gloria Raimondi e Daniela Vasta, è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

29542510_1672289416189752_3264880902576013312_n

Un tributo alla Capitale d’Italia attraverso gli artisti che l’hanno vissuta e gli stili con cui si sono espressi. Sono presentate oltre 180 opere, tra dipinti, sculture, grafica e fotografia, provenienti dalle collezioni d’arte contemporanea capitoline, in una rilettura ideale della cultura artistica di Roma, una città nella quale, nei decenni, si sono andate sedimentando diversità e univocità.

29214007_1664660390285988_8829315088163799040_nDa Ernesto Nathan, Sindaco di Roma (1907-1913) di dichiarata ispirazione mazziniana negli anni di complessa gestione della capitale, fino al decennio dei grandi movimenti di massa e della rivoluzione artistica e culturale identificata col nome dell’anno in cui si manifestò in maniera più preponderante: il Sessantotto.

L’ esposizione si muove su di un tracciato storicizzato, con il preciso obiettivo di immergere le opere d’arte selezionate nel contesto artistico, temporale e sociale in cui sono state create.

In mostra opere che riproducono paesaggi e figure con valenze simboliste e decadenti realizzate tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del XX secolo (Duilio Cambellotti, Nino Costa, Adolfo De Carolis, Ettore Ximenes, ecc.). Si tratta di opere che anticipano quella voglia di rinnovamento e modernità fondamentale per il lavoro degli esponenti della Secessione romana negli anni Dieci (Felice Carena, Nicola D’Antino ecc.), così come per il gruppo dei futuristi e degli aeropittori degli anni Venti e Trenta (Benedetta Cappa Marinetti, Sante Monachesi, Enrico Prampolini ecc.).

Una parte della mostra è dedicata alla tendenza artistica di “recupero” dell’antico e della tradizione dell’arte italiana che caratterizza le molteplici correnti artistiche degli anni Venti-Trenta, tramite le quali gli artisti “guardano” Roma con un nuovo seppur “antico” sguardo (Giacomo Balla, Giorgio de Chirico, Roberto Melli, Fausto Pirandello ecc.).

29243749_1665871353498225_3275901994815979520_n

Si prosegue con l’approfondimento della Scuola Romana che offre un notevole numero di capolavori dell’arte italiana del Novecento con focus sulle demolizioni che hanno caratterizzato Roma nella distruzione/ricostruzione del centro città e il conseguente  sviluppo delle periferie,  per immettersi nella fase della figurazione e dell’astrazione che ha caratterizzato la cultura post-bellica degli anni Quaranta, Cinquanta e primi Sessanta (Renato Guttuso, Gastone Novelli, Achille Perilli, Lorenzo Vespignani ecc.). A chiusura i riscontri urbani della Pop Art romana e delle sperimentazioni della seconda metà degli anni Sessanta che hanno dilatato il centro dell’arte e del pensiero artistico di Roma (Mario Ceroli, Tano Festa, Mario Schifano ecc.).

L’allestimento della mostra, che coinvolge tutto il museo, è stato pensato tenendo presente il nesso tra i diversi ambienti artistici, temporali e iconografici, al fine di rappresentare la vivace e intensa vita artistica della Capitale. Gli apparati didattici sono affiancati, in ciascuna sezione, da strumenti multimediali realizzati in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma e l’Istituto Luce.

1050x545_1

Attraverso l’individuazione di tre concetti chiave – Architettura e urbanistica/  Società/ Arte – sarà consentito visualizzare insieme immagini e brevi testi scientifici utili a dimostrare le strette relazioni fra la città, il suo sviluppo e le arti.

Per informazioni visitare il sito:
http://www.galleriaartemodernaroma.it/it/mostra-evento/roma-citt-moderna-da-nathan-al-sessantotto

Ti è piaciuto questo post? Lasciaci un commento! Condividilo su facebook o seguici sulla nostra pagina RomaVerso per rimanere aggiornato sui nostri tour

Please follow and like us:

3 pensieri riguardo “Roma città moderna Da Nathan al Sessantotto

Lascia un commento