centrale montemartini. visita guidata

Un tour alla scoperta di uno dei musei più suggestivi di Roma, dove due mondi radicalmente opposti – l’archeologia classica e quella industriale – sono accostati tra di loro attraverso un allestimento insolito e coraggioso. 
Ci soffermeremo sulla storia della sede museale: prima centrale termoelettrica pubblica dedicata a Giovanni Montemartini e inaugurata nel 1912 sotto l’impulso dell’allora sindaco di Roma Ernesto Nathan, poi, dal 2001, sede distaccata dei Musei Capitolini a seguito della famosa mostra “Le Macchine e gli dei” (1997), il cui titolo racconta perfettamente il gioco di contrasti che la Centrale offre.
Le sale con i macchinari preesistenti e le opere esposte dialogano tra loro e con lo spazio circostante che, rimasto inalterato, accoglie i reperti entrando in simbiosi con loro. 
Attraversando le sale scopriremo sculture, mosaici e altri reperti archeologici che dalla Roma repubblicana arrivano alle soglie del tardo-antico. Dal famoso Togato Barberini al ricco corredo della giovane Crepereia Tryphaena fino alla ricostruzione del frontone del Tempio di Apollo Sosiano, di cui oggi restano solamente due colonne nei pressi del Teatro di Marcello; incontreremo la grande statua della dea Fortuna, rinvenuta nell’area archeologica di Largo Argentina e il mosaico con scena di caccia proveniente dalla chiesa di Santa Bibiana vicino la Stazione Termini. 
Infine, più vicino ai nostri giorni, ammireremo il magnifico treno di papa Pio IX (1846-1878), in una sala a lui dedicata, realizzato interamente in legno massiccio, primo mezzo su rotaie ad aver circolato nel Lazio.

Per info e prenotazioni: info@romaverso.com

Visita guidata

1 ora e mezza